…in follia generale, a livelli estremi! Il Gubbo ci lascia dopo 6 anni

Questo slogan diventato poi un tormentone, lo ha portato Enrico Gubellini,  6 anni fa quando approdò alla Grifo. Il “Gubbo”, classe 1972, bolognese DOC, di sponda Fortitudo è un imprenditore, titolare della CIACCIO CASA, azienda bolognese leader nelle ristrutturazioni…ma soprattutto, è un grande appassionato di basket!

E’ questa sconfinata passione che lo spinse nel 2016 ad entrare nella Grifo e a diventarne immediatamente un perno fondamentale. 6 Anni sembrano tanti, ma ora che siamo giunti ai saluti, il tempo sembra essere volato via…infatti da quest’anno purtroppo non vedremo più il “Gubbo”, “in panca” a dare la carica “ai regaz…”.

Ma chi è “il Gubbo“?

Ex giocatore, funambolo dalla “mano calda”, ha portato in riva al Santerno una ventata di “follia generale, a livelli estremi” che difficilmente dimenticheremo.

Con la Grifo ha sperimentato in 6 stagioni parecchie emozioni: una storica promozione, una retrocessione, 2 salvezze ai play out, un campionato sospeso ed un campionato non disputato causa COVID.

Investito del ruolo di Team manager, il “Gubbo” si è spinto ben oltre alle normali mansioni previste dal codice deontologico della palla a spicchi…e infatti ha fatto di tutto e di più!

Sempre col “gas a manetta”, come amava definirsi (…in realtà utilizzava altre locuzioni, più “vietate ai minori”…ma il concetto è il medesimo!!!), ha gestito tutte le esigenze dei giocatori, dal titolare, all’ultimo panchinaro;  ha organizzato le trasferte ma soprattutto i post trasferta, leggasi “serate in follia generale”; ha portato sponsor, fino ad essere lui stesso (la CIACCIO CASA) lo sponsor principale, ha organizzato pranzi e cene nei “momenti down” e nell’ultimo anno ha ideato perfino il “mercoledì da Grifoni”, una rubrica in diretta facebook al termine dell’allenamento del mercoledì, per dare risalto ad una squadra che sentiva anche un po’ sua.

Ha sempre ambito a traguardi molto alti, non accontentandosi mai, spronando anche chi gli stava vicino a fare altrettanto.

Tutto questo durante la stagione regolare, poi in estate diventava il “re dei Giardini Margherita”, il playground cestistico più famoso d’Italia! E la sua CIACCIO TEAM è sempre stata di “livello estremo”!

Quest’anno ha addirittura coronato il suo sogno… ha vinto il torneo felsineo!

Come dimenticare poi le cene al Victoria fino a notte fonda, le “mattazze assassine” al magazzino, gli incontri per ingaggiare i giocatori al “Baracca e Burattini” (“Gnotto” Parenti su tutti) e tanto altro.

Infine è doveroso citare la sua famiglia, che talvolta ha trascurato per la “causa Grifo” ma che lo ha sempre sostenuto e incoraggiato, nonostante l’ostacolo gravoso della distanza: la bella moglie Aga, la dolce Julia e il piccolo Gabriel, futuro play maker della Fortitudo!

Anche se la “follia generale, ai livelli estremi” ormai ci ha contagiato e non finirà mai, ci mancherai Gubbo…mi mancherai.

Grazie…a livelli estremi!

Stiko

2022-08-03T11:53:52+00:00