La Fortitudo passa al Ruggi

RIVIT – Net Service 72-81 (13-20, 28-46, 47-68)

Grifo: Pontrelli 7, Riguzzi 7, Rossi ne, Mondini 6, Pampani 2, Creti 6, Orlando 7, Paciello 5, Martini 22, Borgognoni 4, Castelli 6. All. Palumbi

Fortitudo: Barattini 2, Zinelli 5, Capancioni, Chiarini 6, Tosini 15, De Denaro 8, Deledda 6, Pederzoli 14, Vietri 7, Nanni 2, Pesino 7, Ranieri 9. All. Tasini

Arbitri: Dragicevic di Cesena e Restuccia di Bologna

Ancora una sconfitta per una RIVIT che neppure contro la Fortitudo riesce a portare a casa la Partita. Anzi dopo un avvio equilibrato a metà del primo periodo Pederzoli scava il primo break per i suoi e la Rivit appare subito in affanno con molte palle perse e tiratori con le polveri bagnate. Pian piano il divario dilata senza un’apparente reazione dei biancoblu di casa. Il massimo divario si ha sul +26 (39-65) nel cuore del terzo periodo. Qui finalmente i giocatori della Grifo hanno una scossa e reagiscono agli urli di un Palumbi che si sgola per tutta la partita cercando di alternare bastone e carota per cambiare l’andamento del match. La Grifo recupera 11 punti e arriva a -15, poi un 3+1 avversario sembra tagliare le gambe ai giocatori di casa, che però reagiscono ancora e trascinati da un encomiabile Martini riducono lo svantaggio sotto la doppia cifra, ma purtroppo la sirena di fine gara pone fine al tentativo di rimonta.