La Fortitudo passa al Ruggi

RIVIT – Net Service 72-81 (13-20, 28-46, 47-68)

Grifo: Pontrelli 7, Riguzzi 7, Rossi ne, Mondini 6, Pampani 2, Creti 6, Orlando 7, Paciello 5, Martini 22, Borgognoni 4, Castelli 6. All. Palumbi

Fortitudo: Barattini 2, Zinelli 5, Capancioni, Chiarini 6, Tosini 15, De Denaro 8, Deledda 6, Pederzoli 14, Vietri 7, Nanni 2, Pesino 7, Ranieri 9. All. Tasini

Arbitri: Dragicevic di Cesena e Restuccia di Bologna

Ancora una sconfitta per una RIVIT che neppure contro la Fortitudo riesce a portare a casa la Partita. Anzi dopo un avvio equilibrato a metà del primo periodo Pederzoli scava il primo break per i suoi e la Rivit appare subito in affanno con molte palle perse e tiratori con le polveri bagnate. Pian piano il divario dilata senza un’apparente reazione dei biancoblu di casa. Il massimo divario si ha sul +26 (39-65) nel cuore del terzo periodo. Qui finalmente i giocatori della Grifo hanno una scossa e reagiscono agli urli di un Palumbi che si sgola per tutta la partita cercando di alternare bastone e carota per cambiare l’andamento del match. La Grifo recupera 11 punti e arriva a -15, poi un 3+1 avversario sembra tagliare le gambe ai giocatori di casa, che però reagiscono ancora e trascinati da un encomiabile Martini riducono lo svantaggio sotto la doppia cifra, ma purtroppo la sirena di fine gara pone fine al tentativo di rimonta.

U13 Niente da fare contro la corazzata BSL

Grifo Imola 40 – BSL 78
Grifo: Bacchini 9, Arcangeli 3, Calderara 6, Suzzi 3, Turrini 11, Sola 2, Cornacchia 4, Rivola 2, Barnabè, Balducci.

La Grifo U13 si trova di fronte una corazzata del nostro campionato .
Nonostante questo dopo un primo quarto disastroso da tutti i punti di vista riesce ad ingranare ed i successivi tre quarti saranno molto più combattuti.
Come già detto per quanto riguarda il primo quarto c’è poco da dire, gli imolesi approcciano male la partita sia nella metà campo offensiva che in quella difensiva, risultato finale 27 a 3 per gli ospiti.
Con la partita ormai chiusa i Grifoni feriti tirano fuori l’orgoglio e nei successivi tre quarti riescono a combattere quasi ad armi pari nonostante qualche piccola distrazione difensiva.
Il secondo quarto finirà 15-20, il terzo quarto 12-18 e l’ultimo quarto 10-13.
Peccato per il -38 finale, ma può essere una grande lezione, le partite si devono giocare dal primo minuto e non solo quando il risultato è ormai compromesso.

U15 Grifo Teenagers – Medicina 63-69 (32-29)

Grifo: Succi, Pirazzini 18, Giorgi, Mongardi, Vivoli, Muscia, Lama12, Zuffa22, Franchi, Poggi4, Lanzillotti6. All Tampieri

Nonostante le pesanti defezioni di Monduzzi e Caravita, fermi ai box, la Grifo sfiora l’impresa di ribaltare il meno 30 dell’andata contro il coriaceo Medicina. Trascinati dalla verve offensiva della coppia Zuffa-Pirazzini, ben supportati da un preciso Lama, la Grifo infarcita da tanti ragazzi del 05 ha tenuto testa ai quotati avversari per almeno tre quarti e mezzo. Poi le uscite per falli dei giocatori più esperti hanno decretato la supremazia tecnica dei medicinesi nei minuti finali. Da segnalare la buona partita di Lanzillotti.

U16 Grifo Teenagers –Misano 46-53 (24-24)

Grifo: Zuffa 14, Corrado, Marchi 2, Lanzoni 9, Pirazzini 8, Bedeschi 8, Corcelli, Dalmonte2, Lama, Timoncini, Pasotti 3. All.Creti

Pur sfoderando una prestazione più che decorosa, la Grifo non riesce a muovere la classifica nel girone di finale under 16. Ancora Zuffa il più prolifico,ben supportato da un ottimo Bedeschi (al tiro e a rimbalzo). Benino Pirazzini nel finale e Lanzoni, anche se più discontinuo del solito.

La Grifo esce sconfitta dal campo della capolista

Molinella – RIVIT 85-55

Molinella: Guazzaloca , Brandani , Grazzi 7, Ranzolin 10, Zuccheri 10, Cai, Billi 3, Lanzi 12, Ramini 14, Torriglia 3. All. Baiocchi

Grifo: Pontrelli, Riguzzi 10, D’Emilio, Mondini, Pampani 3, Creti 9, Orlando 13, Paciello 3, Sgorbati 10, MArtini 7, Borgognoni, Castelli. All. Palumbi

La Grifo esce sconfitta dal campo della capolista dopo essere stata in partita per i primi tre quarti. Pronti via ed i ragazzi di coach Palumbi partono fortissimo con un buon gioco corale ed una grande intensitá che permette alla Grifo di dominare a rimbalzo e finire il primo quarto in vantaggio di cinque lunghezze (23-18). Nel secondo quarto la squadra di casa reagisce e sfruttando anche un calo offensivo della Grifo riesce a pareggiare e portarsi in vantaggio (43-34 a fine secondo quarto). Dagli spogliatoi rientra di nuovo forte la Grifo che in 3 minuti si riporta sotto sul 45-40 e gioca tutto il quarto a contatto prima che negli ultimi due minuti Molinella con qualche buona azione allunghi in doppia cifra (60-48). Nel quarto quarto la Grifo cede e Molinella allunga in maniera definitiva con un parziale di 25-7 fissa il punteggio sull’85-55 finale, punteggio molto severo per quanto visto in campo nei primi 3 quarti.

Un altro ingegnere in casa Grifo

Che avesse una particolare predisposizione per il volo lo si era potuto intuire ammirando i sui  balzi sottocanestro, le sue folate in contropiede o le sue acrobatiche schiacciate. Ma il nostro Raffaele Borgognoni ha voluto sublimare le sue spiccate  attitudini con una brillante laurea in ingegneria aerospaziale conseguita presso l’ateneo di Forlì.

Al neo dottore le congratulazioni di tutto il mondo Grifo.

Mail priva di virus. www.avast.com

U16 Prima gara delle finali regionali

Malatesta Rimini-Grifo teenagers 88-53  (47-23)

Grifo: Dalmonte, Corrado, Marchi 5, Lanzoni 21, Lama 2, Pirazzini 7, Bedeschi  1, Corcelli  11, Zuffa 6, Pasotti. all. Creti

Nella prima partita della fase regionale, la Grifo, che già doveva scontare la forzata assenza di Monduzzi per infortunio, cui si è aggiunta  all’ultimo anche la inopinata defezione del forte pivot Timoncini, ha subito più del dovuto la fisicità e la prontezza della compagine rivierasca. Non a caso l’unico giocatore che ha potuto dire la sua per l’intero arco dell’incontro è stato Lanzoni, che ha giocato ad armi pari con gli avversari producendo un buon bottino personale. Per il resto da salvare l’impegno di Corcelli e alcuni lampi sparsi da parte degli altri,troppo poco per restare più a lungo in partita. L’impressione comunque è che la Grifo possa adeguarsi velocemente  a questo nuovo step e già da venerdì, se sarà al completo, potrà interpretare un ruolo da protagonista nel match casalingo contro Misano.

U15 Ko a Ravenna ma è una quasi-vittoria

Cral Enichem Ravenna-Grifo Teenagers 76-65 (44-26)

Grifo: Lanzillotti 2, Pirazzini  20, Mongardi 2, Lama 7, Zuffa32, Franchi, Passardi 2, Caravita.  All. Tampieri

Una Grifo ampiamente rimaneggiata (anche Vivoli ha dato forfait all’ultimo per una caduta in bicicletta) esce a testa alta dal pala Enichem, dopo aver quasi concretizzato una incredibile rimonta nella seconda frazione di gioco. Dopo un primo tempo molto in ombra, i bianco blu, trascinati da Zuffa e Pirazzini, mettono alle corde gli avversari e solo un crollo fisico nel finale consente ai padroni di casa di vincere  l’incontro. Migliore in campo Monduzzi, che, costretto ai box per una fastidiosa ernia, è giunto fino a Ravenna per sostenere i compagni.

Marco Nestori alla Grifo

Dopo più di tre lustri passati ad allevare giovani talenti nelle file della A. Costa prima e successivamente dell International, Marco Nestori (foto) cambia sodalizio. E di pochi giorni fa infatti il blitz del generale manager Tampieri, che, saputa la sua disponibilità lo ha sottratto alle lusinghe di numerosi altri club del territorio. “In questi tre mesi che ci separano dalla fine della stagione, chiosa Tampieri, Marco studierà il nostro settore giovanile confrontandosi con me e con Mauro Barnabè, il dirigente che ha la delega a questo comparto e che ha avuto un ruolo attivo nella trattativa. Poi, da settembre. svolgerà il ruolo di direttore sportivo delle giovanili stesse. La mia speranza è che alleni anche un gruppo. D’altronde è, con l’ex Grifo Iader Salieri, uno dei due allenatori imolesi capaci di raggiungere una finale nazionale giovanile (foto). Ma sarà lui a deciderlo.”