Si chiude la stagione

Santarcangelo – RIVIT 79-58

Santarcangelo: Adduocchio, Alviti 2, Colombo 5, De Martin Fabbro 12, Fornaciari 4, Fusco 9, Lucchi 10, Massaria 4, Raffaelli 7, Riva, Russu 13, Zannoni 13. All. Evangelisti Grifo: Borgognoni 6, Creti, Martini 19, Mondini, Fadi 4, Orlando 2, Paciello 11, Pampani 3, Pontrelli 4, Riguzzi 7, Rossi 2. All. Palumbi

La Grifo all’ultima giornata di campionato perde in casa della seconda forza del campionato. La partita rimane in equilibrio nel primo quarto, poi Santarcangelo allunga nel secondo e riesce poi a gestire il vantaggio nei successivi 2 quarti. Nella Grifo da sottolineare le partite dei due 2000 Rossi e Saibi che, dopo aver dato un importante contributo durante la settimana tutto l’anno, giocano un’ottima partita su entrambi i lati del campo cavandosi anche la soddisfazione dei primi punti in serie C.

Gabriele Boschi in evidenza all’interzona

La Bsl San Lazzaro vince il concentramento di Fabriano con tre vittorie su altrettanti incontri superando nettamente Vado Ligure e Petrarca Padova e in volata Napoli a qualificazione già ottenuta . A fine mese i biancoverdi difenderanno quindi il titolo italiano a Cecina . Protagonista nelle fila della BSL anche Gabriele Boschi. L’esterno della Grifo ha chiuso con più di 10 punti di media con un high di 18 contro Napoli, animando il break nella ripresa con 9 punti a fila. Il 6/11 da tre complessivo gli vale la
miglior percentuale di squadra e del gruppo 1.

Vincono gli scoiattoli a Massalombarda e perdono gli aquilotti a Cesena.

Massalombarda – Grifo  = 14-10

Cesena – Grifo = 16-8

Forlimpopoli – Grifo = 18-6

Inizio di maggio intenso per il minibasket in vallata. Gli aquilotti hanno partecipato domenica pomeriggio ad un triangolare a Cesena, organizzato dall’amico ed ex istruttore della Grifo Paolo Ruggeri. Oltre ai padroni di casa i grifetti hanno sfidato gli azzurri di Forlimpopoli. Entrambe le sfide sono state vinte dagli amici romagnoli che, oltre ad avere dominato fisicamente i valligiani, sono apparsi più avanti nella gestione dei fondamentali. I grifetti non hanno però mai mollato, mostrando sempre la giusta grinta sia in attacco che in difesa. A questo punto non rimane che attendere il prossimo campionato per vedere quanto oggi influisce l’anno di differenza d’età che mediamente separa i grifetti dagli avversari.Vittoria invece per gli scoiattoli che passano a Massalombarda senza troppi patemi. Veloci in contropiede e precisi al tiro, i piccoli della valle hanno giocato un’ottima partita. Da migliorare però il gioco di squadra: qualche grifetto ha tenuto troppo la palla senza passarla al compagno smarcato. Avanti a tutta con le ultime amichevoli di Maggio! Forza Grifo!

Finisce (per ora) l’avventura della Grifo in C silver

RIVIT – Nova Elevators 53-65 (20-18, 34-35, 42-48)

Grifo: Pontrelli, Riguzzi 6, D’Emilio, Mondini 5, Pampani, Creti, Ndaw 16, Orlando 15, Paciello 3, Sgorbati 3, Martini 3, Borgognoni 2. All. Palumbi

Vis Persiceto: Tomesani 19, Coslovi, Guidi ne, Cornale 3, Vaccari, Papotti 13, Alvisi ne, Mancin 15, Lorusso 2, Rusticelli 10, Albertini 3. All. Berselli.

Arbitri Restuccia di Bologna e Femminella di Reggio nell’Emilia

Leggi tutto “Finisce (per ora) l’avventura della Grifo in C silver”

Il lumicino si sta spegnendo

Novellara – RIVIT 95-63

Novellara: Bartoccetti 18, Franzoni 15, Magrini 14, Folloni 14, Bagni 11, Rinaldi 9, Ciavolella 7, Pizzetti 4, Grisendi 2, Carpi 1, Barazzoni, Aguzzoli. All. Boni

RIVIT: Riguzzi 2, D’Emilio 7, Mondini 4, Pampani 3, Creti, Orlando 8, Paciello 4, Sgorbati 7, Martini 1, Borgognoni 14, Castelli 3, NDiaw 10. All. Palumbi

La vittoria di Castelfranco contro la CVD riduce al lumicino le speranze di playout per la Grifo. Ci vorrebbero infatti due vittorie nelle ultime due partite e due contemporanee sconfitte di Castelfanco per agguantare il penultimo posto.

La gara rispecchia un copione già visto tante volte in stagione. In avvio la RIVIT resta attaccata alla partita, ma non appena la squadra avversaria spinge sull’acceleratore e fa valere la sua esperienza la Grifo si squaglia come neve al sole. Da segnalare tra i singoli il buon esordio di NDiaw e le generose prove di Borgognoni e D’Emilio

Un ultimo ritocco alla rosa

Dalla giornata di oggi Saliou Ndaw,ala di 200 cm del 1999,si aggrrega alla Grifo. Giunto in doppio tesseramento dalla A.Costa, che ha terminato sabato il suo ottimo campionato,N daw è a disposizione di coach Palumbi per allenamenti e partite. Verrà valutato in corso d’ opera la durata della sua permanenza ad Imola.

Sfida equilibrata a Forlì per gli aquilotti della Valle

AICS Forlì – Grifo Valsanterno = 14 – 10

Un tempo vinto, due pareggiati e tre persi; questo il bilancio della partita che i nostri aquilotti hanno giocato domenica scorsa alla palestra Viroli di Forlì. Partita sempre equilibrata nel punteggio, con i tempi di gioco che sono finiti punto a punto, caratterizzata da continui scambi di fronte e da un gioco un po’ troppo maschio. Buono l’atteggiamento grintoso in difesa dei grifetti, che come al solito non si sono lasciati impressionare dai più robusti avversari. Purtroppo gli arancioni hanno sbagliato qualche facile canestro in contropiede, che avrebbe potuto fare la differenza. Ottima la prova al tiro dell’unica grifetta in campo, che piazza un favoloso due su tre dalla media distanza! In attesa di giocare l’ultima di campionato a Riolo Terme e numerosi amichevoli in programma a maggio, Buona Pasqua e forza Grifo!

U 13 Vittoria di misura

Riolo 46 – Grifo 48
Partita a due facce per i ragazzi imolesi che se da un lato riescono a portare a casa il secondo referto rosa della stagione dall’altro sonnecchiano per gran parte del match. Riolo, complici le disattenzioni difensive degli ospiti, trova già dai primi minuti facilmente la via del canestro.
I Grifoni riescono a stare incollati e alzando leggermente l’intensità difensiva riescono a portarsi avanti di qualche lunghezza, il massimo vantaggio arriva sulla sirena dell’intervallo con la Grifo che comanda 30 a 20.
Proprio al rientro in campo sarebbe servita ancora più cattiveria (sportiva si intende), freddezza e capacità di leggere le situazioni per mettere un macigno sulla partita è rendere tutto più facile.
Tutto questo non accadrà mai , la difesa smette di difendere e l’attacco smette di segnare riaprendo completamente la partita ed arrivando nei minuti finali in una situazione di parità.
Nel finale i ragazzi imolesi sono bravi a ritirare su una situazione che si era messa male e a portare a casa i due punti, ma per essere all’altezza di partite più importanti bisogna cambiare completamente rotta.