Un altro ingegnere in casa Grifo

Che avesse una particolare predisposizione per il volo lo si era potuto intuire ammirando i sui  balzi sottocanestro, le sue folate in contropiede o le sue acrobatiche schiacciate. Ma il nostro Raffaele Borgognoni ha voluto sublimare le sue spiccate  attitudini con una brillante laurea in ingegneria aerospaziale conseguita presso l’ateneo di Forlì.

Al neo dottore le congratulazioni di tutto il mondo Grifo.

Mail priva di virus. www.avast.com

U16 Prima gara delle finali regionali

Malatesta Rimini-Grifo teenagers 88-53  (47-23)

Grifo: Dalmonte, Corrado, Marchi 5, Lanzoni 21, Lama 2, Pirazzini 7, Bedeschi  1, Corcelli  11, Zuffa 6, Pasotti. all. Creti

Nella prima partita della fase regionale, la Grifo, che già doveva scontare la forzata assenza di Monduzzi per infortunio, cui si è aggiunta  all’ultimo anche la inopinata defezione del forte pivot Timoncini, ha subito più del dovuto la fisicità e la prontezza della compagine rivierasca. Non a caso l’unico giocatore che ha potuto dire la sua per l’intero arco dell’incontro è stato Lanzoni, che ha giocato ad armi pari con gli avversari producendo un buon bottino personale. Per il resto da salvare l’impegno di Corcelli e alcuni lampi sparsi da parte degli altri,troppo poco per restare più a lungo in partita. L’impressione comunque è che la Grifo possa adeguarsi velocemente  a questo nuovo step e già da venerdì, se sarà al completo, potrà interpretare un ruolo da protagonista nel match casalingo contro Misano.

U15 Ko a Ravenna ma è una quasi-vittoria

Cral Enichem Ravenna-Grifo Teenagers 76-65 (44-26)

Grifo: Lanzillotti 2, Pirazzini  20, Mongardi 2, Lama 7, Zuffa32, Franchi, Passardi 2, Caravita.  All. Tampieri

Una Grifo ampiamente rimaneggiata (anche Vivoli ha dato forfait all’ultimo per una caduta in bicicletta) esce a testa alta dal pala Enichem, dopo aver quasi concretizzato una incredibile rimonta nella seconda frazione di gioco. Dopo un primo tempo molto in ombra, i bianco blu, trascinati da Zuffa e Pirazzini, mettono alle corde gli avversari e solo un crollo fisico nel finale consente ai padroni di casa di vincere  l’incontro. Migliore in campo Monduzzi, che, costretto ai box per una fastidiosa ernia, è giunto fino a Ravenna per sostenere i compagni.

Marco Nestori alla Grifo

Dopo più di tre lustri passati ad allevare giovani talenti nelle file della A. Costa prima e successivamente dell International, Marco Nestori (foto) cambia sodalizio. E di pochi giorni fa infatti il blitz del generale manager Tampieri, che, saputa la sua disponibilità lo ha sottratto alle lusinghe di numerosi altri club del territorio. “In questi tre mesi che ci separano dalla fine della stagione, chiosa Tampieri, Marco studierà il nostro settore giovanile confrontandosi con me e con Mauro Barnabè, il dirigente che ha la delega a questo comparto e che ha avuto un ruolo attivo nella trattativa. Poi, da settembre. svolgerà il ruolo di direttore sportivo delle giovanili stesse. La mia speranza è che alleni anche un gruppo. D’altronde è, con l’ex Grifo Iader Salieri, uno dei due allenatori imolesi capaci di raggiungere una finale nazionale giovanile (foto). Ma sarà lui a deciderlo.”

Perdono in casa gli Aquilotti di Imola contro la “mini corazzata” di Castel San Pietro


Grifo Imola – Pal. Castello 2010 8-16

La partita comincia in salita per i nostri ragazzi che entrano in campo intimoriti dalla fisicità avversaria, rinunciando a fare la propria parte come se la palla fosse una patata bollente. La bilancia pende così per tre volte a favore di Castel San Pietro ed il compito degli istruttori diventa quello di far prendere coscienza ai grifetti delle proprie capacità per controbattere alle indubbie abilità degli ospiti.
Nel secondo tempo cambia la faccia della Grifo ed il coraggio sarà l’arma in più per farsi valere. Due tempini persi ed uno, l’ultimo, vinto largamente con una grandissima tenacia dimostrata fino all’ultimo secondo. 
Il parziale progressivo di questa seconda metà di gara sarà di 25-28. Sicuramente un dato importante per contestualizzare una prova che poteva essere da dimenticare, ma che diventa così uno stimolo per non abbattersi mai. Un’importante pietra miliare nella crescita di questo bellissimo gruppo che dimostra di avere le potenzialità per competere alla pari anche con le squadre più “temibili”.

U13 Sconfitti a Loiano

Loiano 58 – Grifo 36
Grifo: Turrini 10, Rivola 4, Sola 4, Barnabè 8, Suzzi 6, Calderara 4, Cacciapuoti, Cornacchia, Balducci, Loconsole.

Seconda partita senza Tommaso Carbone, passato in prestito all’ International fino a fine stagione e con alcune assenze importanti Arcangeli, Arcuni e Liverani gli under 13 si arrendono a Loiano, dopo una partita che ha lasciato sia spunti positivi che negativi.

->

Ci eravamo un po’ illusi

RIVIT –Olimpia CSPT 54-92 (11-22, 37-37, 48-62)

Grifo: Pontrelli, Riguzzi 7, D’Emilio 2, Mondini 10, Pampani 3, Creti, Rossi, Orlando 14, Paciello 7, Cenni 5, Martini 3, Castelli 3. All. Palumbi

Olimpia: Sangiorgi ne, Curti 2, Mondanelli, Sabattani 9, Procaccio 7, Pedini 2, Dall’Osso 11, Benedetti 7, Lalanne 4, Parenti 13, Trombetti 21, Mazza 16. All. Regazzi

Arbitri: Fiocchi di Cento e Di Marco di Ferrara

Leggi tutto “Ci eravamo un po’ illusi”

Chi è Manuel Paciello

Manuel Paciello è l’ultimo tassello aggiunti al roster Grifo per cercare di raggiungere la salvezza. Senza andare contro la politica di lanciare giovani di prospettiva l’ultimo arrivato va a rinforzare il reparto lunghi troppo falcidiato dagli infortuni. Manuel è un Ala/Centro, classe 1998, che ha iniziato a giocare nelle giovanili del Bvc Sanremo, poi ha giocato un anno nelle giovanili del Castelfiorentino, prima di tornare in liguria e passare il confine per approdare nel Principato di Monaco dove ha disputato due stagioni U18 e U20. Negli ultimi due anni arriva a Bologna per giocare con doppio tesseramento in DNG con Salus Bologna e in Serie D all’International Imola. E siamo ai giorni nostri, Manuel inizia a giocare all’Ottica Amidei Castelfranco, per poi approdare alla RIVIT nelle ultime curve del mercato di febbraio.

U15 Pronto riscatto

Grifo Teenagers – Basket Russi 80-56 (49-31)

Grifo: Poggi 2, Pirazzini 8, Giorgi, Mongardi, Vivoli 6, Monduzzi 15, Lama 12, Zuffa 35, Franchi 2, Passardi, Caravita. All. Tampieri

Dopo l’inopinata sconfitta col fanalino di coda Fusignano, della quale  purtroppo, o per fortuna, è andato smarrito il referto, l’under 15 si riscatta alla grande contro un Russi ben strutturato fisicamente e ottimamente piazzato in classifica. Ma l’approccio dei bianco blu, trascinati dalla determinazione di Marco Monduzzi, tornato ai suoi livelli di forma abituali, ha ben presto indirizzato la partita.

La verve offensiva di Zuffa e l’illuminata regia di Pirazzini hanno progressivamente scavato un divario importante fra le due squadre, mantenuto in maniera pregevole da tutti i ragazzi che sono scesi in campo. Bene Vivoli, anche in difesa. Produttivo Lama.